Chi Sono

Mi chiamo Paola Marucci e abito in un paese sul lago di Como, anche se la mia anima nomade mi spinge ad essere errante, perciò mi potrete incontrare nei miei vagabondaggi per prati e sentieri di questo meraviglioso Paese (con sconfinamenti anche all’estero).

Sono un’appassionata amante e raccoglitrice di erbe e fiori spontanei commestibili.

Nel corso degli anni ho approfondito questa passione frequentando corsi in tutta Italia.
In particolare mi sono presa un anno sabbatico per seguire una donna marchigiana, Maria Sonia Baldoni, la sibilla delle erbe, che ha trasformato questa passione in un vero e proprio lavoro, tramandandomi tutte le sue conoscenze che derivano da un’esperienza di una vita intera a contatto con la terra e con gli anziani che da essa hanno tratto sostentamento.

Questa mia ricerca mi ha portato anche a spaziare in vari ambiti, tra cui quello della cosmesi naturale, delle erbe tintorie, dei rimedi curativi, della cucina creativa a base di erbe e fiori spontanei che continuo ad approfondire, perchè non si finisce mai di imparare.

Da circa due anni tengo corsi nelle varie regioni italiane per condividere le mie esperienze.

Faccio parte dell’associazione Vivere con cura che sta promuovendo la nascita di “case delle erbe” in tutta Italia.


Cosa sono le “Case delle Erbe”?

Uno spazio sociale dedicato alle erbe spontanee, un luogo per l’essiccamento delle piante che sia anche una tisaneria, e perché no, una trattoria nella quale mangiare e imparare a cucinare.
Ma anche un luogo dove rallentare, programmare escursioni e promuovere ricerca, iniziative culturali, scambio di semi e di saperi, e ancora uno spazio in grado di ospitare un biblioteca, una videoteca, gli “smistamenti” dei Gas, laboratori di cucito, di cosmesi, di saponi, di medicine e di vernici naturali, tutto grazie alle erbe spontanee.

La proposta ha cominciato a diffondersi in diverse regioni: gruppi interessati, che di fatto hanno già avviato alcune “case delle erbe” in paesi e quartieri o si apprestano a farlo, sono già presenti in Umbria, Marche, Toscana, Abruzzo, Calabria e, nelle montagne dell’Alto Molise.


Ispirazioni

Per scrivere questo blog ho deciso di lasciarmi ispirare e di prendere spunto da altre persone che con tutto il cuore e l’anima si occupano di erbe da una vita.
Tra queste non posso dimenticare Maria Sonia Baldoni ed Antonio D’Andrea a cui dedicherò dei post appositi perché sono personaggi a cui ogni giorno devo rendere grazie per tutto quello che fanno e che mi hanno donato e tramandato.

Ultimamente mi sto appassionando a siti di donne curandere del Nordamerica. Il loro amore e la loro passione traspirano da ogni loro parola di cui mi sto nutrendo quotidianamente. A volte le citerò, a volte prenderò ispirazione dai loro scritti traducendoli e trasformandoli a modo mio. Forse non si riuscirà più a capire chi sta scrivendo ma poco importa, sento che alla fine siamo tutti una cosa sola e perciò… non vi resta che leggere col cuore aperto e sentire se quello che scrivo risuona in qualche modo dentro di voi.
Se avete osservazioni, consigli o ispirazioni scrivete nei commenti, sarò ben contenta di arricchirmi a mia volta del vostro contributo. Grazie. Si comincia, buona lettura.

Che dire delle piante? Che dire del sentire la Terra sotto i tuoi piedi, vedere le erbe selvatiche saltar fuori dalle crepe lungo i sentieri o ai bordi delle strade? Non riesco a spiegare pienamente come succeda, ma so che le piante ci aiutano a ricordarci come essere felici, come ricontattare la nostra gioia naturale. Lo vedo negli occhi che cominciano a brillare durante una passeggiata erboristica in giro per prati e campi. Salutando questa o quella pianta, scoprendo le sue virtù, riscopriamo anche le nostre. Le piante ci amano. Loro ci aiutano a reclamare la nostra salute e il nostro intero essere. Le piante sono guaritrici.

Il cesto di medicina di Madre Terra è pieno di erbe guaritrici di incomparabile valore. Questi preziosi tesori verdi sono troppo spesso incompresi o ignorati.
Ho deciso di scrivere questo blog per condividere le loro storie. Sono grata di aver avuto tanti maestri di erbe e di vita che hanno camminato prima e di fianco a me e so che altri ne verranno ancora. Alcuni verranno nominati in qualche post, altri no, sono grata ad ognuno di loro per avermi ispirato e insegnato attraverso la loro presenza, i loro scritti e il loro spirito che mi hanno trasformata a mia volta in una insegnante, ispiratrice di nuovi apprendisti in erba.

L’erborista Matthew Wood chiama le sue erbe preferite e più usate “indispensabili rimedi”. Ma persino le più indispensabili erbe non funzioneranno bene se non sappiamo come sceglierle e prepararle. Vorrei perciò condividere con voi i modi più semplici ed efficaci che mi sono stati tramandati e di cui a mia volta sto facendo esperienza, per usare ogni erba in specifiche situazioni.
Questo non è solo il modo migliore per beneficiare di un’erba fisicamente, ma supporta anche il generoso desiderio di ogni pianta di condividere i suoi doni di guarigione con voi.

Oltre alla parte fisica, il sentiero di guarigione con le erbe estende l’invito a sviluppare una relazione con ogni singola erba per scoprire la creatura che vive in lei. Questo sentiero apre una porta ad approfondire la tua relazione con te stesso, la tua vita e le tue relazioni. La saggia donna Nativa Americana, erborista ed insegnante Keewaydinoquay disse:

Di tutte le creature sulla Terra, le piante sono rimaste le più fedeli al loro proposito originario. Esse seguono ancora le istruzioni originarie del Creatore.

Le piante donano generosamente se stesse per la guarigione di ognuno e di ogni cosa, incluso la terra, l’acqua, gli animali, gli uccelli, le persone e le altre piante.
E siccome le erbe sono esseri così sinceri, esse hanno un magico modo di aiutarci a riconnetterci con la nostra vera natura e di incoraggiarci a trovare le nostre proprie “istruzioni originarie”. Facendo questo loro ci aiutano a guarire noi stessi e la nostra comunità a livelli più profondi e ad estendere questo ad ogni aspetto della nostra vita.


Trovi i miei contatti in questa pagina e non scordarti di iscriverti alla newsletter per restare aggiornato!